4. Perché pochi professionisti stanno utilizzando questa procedura?

Iniziamo con il dire che le banche, le finanziarie, Equitalia, l’Agenzia delle Entrate e lo stesso Governo, non hanno nessun interesse economico a diffondere questa possibilità tra la gente, semplicemente perché è una Legge contro gli interessi dello Stato e del sistema bancario in generale e quindi meno si conosce meglio è!

Quindi è difficile che il cliente di uno studio professionale, legale o notarile si presenti con le idee chiare chiedendo di essere assistito da un professionista che gli risolva i problemi di sovraindebitamento, ma dovrebbe essere il professionista stesso a proporglielo.

Un’altra categoria, che di certo non ne vuole sentire parlare, sono i magistrati, che già sono alle prese con una situazione devastata, a livello organizzativo, dei Tribunali e certamente non gradirebbero ricevere sulle loro scrivanie centinaia di pratiche nuove ogni mese.

Un’ulteriore categoria di soggetti penalizzati da questa Legge sono anche gli stessi OCC (Organismi di Composizione della Crisi), che al momento sono in gran parte gli stessi professionisti che svolgono nei Tribunali le funzioni di curatori fallimentari o di commissari giudiziali.

Questi professionisti possono utilizzare il nostro sito per semplificare il loro lavoro e rendere maggiormente economiche pratiche che non sono remunerative se non approcciate con una metodologia e con sensibili semplificazioni operative.

Questo sito aiuta ad organizzare uno studio professionale o una società di consulenza per gestire queste pratiche, sfruttando le conoscenze e le esperienze di settore di Irwin & Bates Srl, che opera da circa 20 anni nel settore dell’ insolvency law.