8. Quali clienti possono accedere all’accordo del debitore?

I clienti che possono accedere all’accordo del debitore sono:

  • consumatori con debiti misti, ovvero debiti di natura personale e debiti di attività commerciali (anche passate);
  • professionisti e lavoratori autonomi con debiti derivanti dall’attività professionale/imprenditoriale o misti (sia professionali che personali);
  • fideiussori di società, di imprenditori, di professionisti per debiti imprenditoriali/professionali;
  • piccoli imprenditori non fallibili;
  • imprenditori commerciali non fallibili;
  • artigiani non fallibili;
  • soci accomandanti di società Sas;
  • soci accomandatari di società Sas non fallibili;
  •  soci di Snc non fallibili;
  • società o imprenditori agricoli a prescindere dalle dimensioni dell’azienda;
  • start up “innovative” ai sensi della Legge 221/2012;
  • associazioni e fondazioni;
  • società di capitali definite “non fallibili” ai sensi dell’art. 1 della Legge fallimentare.

 

NB

Sono soggetti “non fallibili” ai sensi della Legge fallimentare le persone fisiche e/o società che negli ultimi tre esercizi consecutivi non abbiano superato neanche uno dei seguenti limiti: attivo patrimoniale (da bilancio) superiore ad euro 300.000, ricavi (da bilancio) superiori a 200.000, monte debiti (da bilancio) anche non scaduto superiore ad euro 500.000.